Per il Ctr Piemonte i prelevamenti di utili da parte di un socio non provano in automatico l’evasione

Con la sentenza 845/3/2021 il Ctr Piemonte ha statuito, in un contenzioso che vedeva una S.a.s. soggetta a pretese erariali da parte dell’Agenzia delle Entrate, che i prelevamenti di utili da parte di un socio, per importi superiori a quelli effettivamente conseguiti dalla società, non provano in automatico l’evasione.

Nel caso di specie, l’Agenzia aveva riqualificato come ricavi in nero le somme prelevate in eccesso rispetto agli utili ma il Collegio non ha ritenuto sufficiente, a livello probatorio, l’equiparazione tra i prelievi effettuati e i presunti ricavi in nero,  pur riconoscendo che la condotta sopra esposta possa esporre gli amministratori a responsabilità di natura sia penale che patrimoniale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

diciotto − quindici =