La Corte di giustizia dell’UE ha ritenuto legittimo individuare il giudice competente tramite un link su internet

La Corte di giustizia dell’Unione Europea, nella causa C-358/21, ha dichiarato valida la scelta del giudice competente a dirimere una controversia transnazionale anche se indicata solamente nelle condizioni generali di contratto riportate in un sito internet a cui il contratto scritto rinvia con collegamento ipertestuale; persino se non vi è stata la specifica accettazione delle condizioni del contratto nel sito internet tramite la spunta sulla casella.

I giudici hanno poi evidenziato come alcune forme di comunicazione elettronica, che agevolano la conclusione di contratti, possano essere equiparate alla forma scritta purché risulti possibile salvare e stampare le informazioni prima della conclusione del contratto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

19 + diciotto =